L Buoni propositi per il nuovo anno: viaggiare! - Giustidea

Buon anno... di viaggi!Ci siamo: 31 dicembre, tempo di auguri, bilanci, nuovi buoni propositi, meglio se pochi e impegnandosi a mantenerli davvero.
Ognuno sa cosa augurarsi e prefiggersi per l’anno che verrà, ma tutti, proprio TUTTI, dovremmo inserire tra gli obiettivi da raggiungere quello di viaggiare.
Non importa quanto spesso, quanto lontano, non importa in fondo neanche dove: certamente conta con chi, ma le cose fondamentali sono come e perché.

“Viaggiare” letteralmente significherebbe solo “spostarsi da un luogo a un altro”, ma chiunque può dare un senso molto più profondo a questa semplice parola: scegliendo consapevolmente una motivazione, una meta, un modo di intraprendere un percorso, si trasformano l’attraversare luoghi in scoperta, l’incrocio casuale con altri individui in incontri, il diverso e magari ignorato in opportunità e conoscenza.
In un periodo in cui siamo sempre concentrati sui problemi, staccare la spina, anche per pochissimo, ossigena la mente con nuove energie (e magari nuove idee, ispirate proprio in viaggio!) e fornisce la rassicurante consapevolezza che possiamo ancora permetterci di “scendere dalla giostra” almeno per un po’.
Sono tempi duri, sia economicamente che a livello di sicurezza (più percepita che reale, molto spesso), ma non è un buon motivo per rinunciare a viaggiare, anzi, ascoltandosi se ne percepisce la maggiore necessità: invece di provare la frustrazione della rinuncia, si può trovare la spinta per tentare qualcosa di nuovo: il budget per le solite vacanze è risicato? buona occasione per sperimentare qualcosa di diverso, magari in appartamento anziché villaggio, con piedi/bici/barca anziché in aereo, vicino anziché all’estero, in strutture sostenibili anziché megaresort.
La famiglia si è allargata e cambiano le esigenze? invece di rimpiangere le serate di movida, si può cogliere la preziosa occasione di riscoprire il mondo a misura di piccoli passi e con gli occhi curiosi dei bambini.
Un weekend in una capitale è troppo oneroso? Può darsi, magari è la volta buona per scoprire le bellezze invidiateci da tutto il mondo che non conosciamo dell’Italia.
E soprattutto: non bisogna per forza andare lontano, a vedere chissà cosa, magari più per scattare una foto da mettere sui social che per reale voglia. Il trucco è predisporsi al viaggio anche a casa, tutti i giorni: riaccendere la curiosità di guardarsi intorno, cambiare il percorso per andare nei soliti posti, alleggerire il bagaglio (quanta roba inutile ci trasciniamo dietro perché non ci prendiamo la briga di fare/disfare la borsa o la cartella del pc?), attaccare discorso con le persone che incontriamo tutte le mattine sui mezzi, sfruttare le opportunità di mostre, musei, manifestazioni, che a volte sono perle curatissime e accessibili proprio dietro casa e magari non conosciamo neppure, assaggiare o cucinarsi qualcosa di esoticouna volta ogni tanto…
Un’ultima riflessione, su offerte e low cost: viaggiare per fortuna non è più appannaggio di pochi facoltosi; informarsi, essere elastici su date e luoghi, pianificare in anticipo, dà l’opportunità di cogliere occasioni interessanti; l’importante è non cascare nella nevrosi della ricerca del last minute impossibile, o nella fregatura di pagare per servizi pessimi o inesistenti pur di partire. L’occasione migliore sarà sempre il consiglio di un professionista o di un viaggiatore reale, che a quattr’occhi (o anche al telefono, via mail, Skype) può capire le esigenze personali e consigliare qualcosa di impensato che permette di realizzare l’aspirazione del viaggio con i mezzi e il tempo a disposizione. Ben vengano i forum, le recensioni, ma devono essere un luogo di scambio paritario e verificate: vi fareste mai cucinare la cena del vostro anniversario dal primo sconosciuto incontrato all’angolo? e allora perché mai affidare il vostro viaggio ad un computer per cui siete totalmente anonimi, o magari a nicktiziocaio, che potrebbe millantare conoscenze non possedute o peggio denigrare un esercente magari solo perché suo concorrente?
Insomma, auguriamoci tutti buon senso, buone intenzioni e sarà senz’altro un buon 2015, di buonissimi viaggi!!

Buoni propositi per il nuovo anno: viaggiare!
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Tag:     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *